Renata, sesso con il fidanzato mentre allatta: “La mamma non riesce ad opporsi”

 

(Websource/archivio)

Renata Manyoki di Luton, 21enne ungherese di origine, è stata arrestata dopo che si è dichiarata colpevole di violenza sessuale e crudeltà su un minore, atto orrendo compiuto insieme al suo fidanzato Csongor Sandor, ex agente della polizia ungherese. Gli inquirenti hanno appurato  che in più occasioni i due avevano abusato della piccola e che l’uomo conservava sul suo telefonino diverse immagini e video dei vari stupri. In uno di questi si vedono i due fare sesso mentre la bimba di 3 anni è tenuta in braccio dalla mamma. Poi l’uomo e la donna iniziano a rivolgere le loro orrende attenzioni proprio alla piccolina.

La donna è stata condannata a 4 anni di carcere, mentre l’uomo ha ottenuto il doppio della pena (8 anni e 8 mesi per la precisione) perché ritenuto responsabile di più reati sempre contro la bimba nonché vero ideatore e sostenitori di queste pratiche. Renata Manyoki, a detta di avvocati e giudici, era soggiogata dall’uomo e faceva tutto ciò che lui le ordinava. Inoltre la donna pare avesse subito a sua volta anni di abusi e di bullismo sia a scuola che in famiglia. Parlando dell’uomo il giudice ha detto durante l’udienza di non aver mai visto in vita sua “questi straordinari livelli di perversione”.