Trovato il corpo senza vita di Daniele, 26 anni

Daniele Battistini
Daniele Battistini (Websource/archivio)

Le speranze di ritrovare vivo Daniele Battistini sono definitivamente e tragicamente tramontate. Infatti il corpo del 26enne di Nardò (Lecce), scomparso nel nulla nei giorni scorsi, è stato ritrovato senza vita nella zona di Porto Selvaggio. Dopo che i vigili del fuoco hanno ritrovato e recuperato il cadavere sul posto sono giunti i Carabinieri della compagnia di Gallipoli e il medico legale nominato dalla procura Roberto Vaglio. L’elemento più importante e al tempo stesso inquietante riscontrato sul corpo del povero Daniele dopo una prima sommaria ispezione è la presenza di lesioni compatibili con un’arma da taglio, quasi certamente un coltello.

Lo studente 26enne era uscito di casa domenica scorsa con lo zaino sulle spalle e non aveva poi fatto ritorno alla sera. Dopo la prima notte di assenza erano subito scattate le ricerche. I primi ed unici indizi erano arrivati dall’analisi delle celle telefoniche agganciate dal cellulare di Daniele che lo segnalavano nella zona a sud di Nardò, sul litorale a nord di Gallipoli. Poi anche il cellulare aveva smesso di funzionare e da lì era stato il buio assoluto fino poi al ritrovamento tragico di oggi quando anche le ultime residue speranze dei genitori sono andate in frantumi di fronte al corpo senza vita del loro ragazzo.

F.B.