Auto contro bus, il 25enne muore sotto gli occhi dell’amica

Simon Angelone
(Websource/archivio)

Simon Angelone, 25enne di Grottaglie in provincia di Taranto, è stato vittima ieri pomeriggio di un gravissimo incidente stradale.  Il giovane era alla guida della sua Seat Arosa quando intorno alle 13.30 ha perso il controllo del mezzo per motivi ancora da accertare ed è andato a sbattere molto violentemente contro un bus solitamente utilizzato per il trasporto dei braccianti agricoli. L’incidente, avvenuto lungo la strada che collega Villa Castelli a Grottaglie, è apparso subito molto grave. Alcuni testimoni raccontano che dopo l’impatto l’utilitaria del 25enne è schizzata come una scheggia impazzita sull’asfalto ed è poi andata a sbattere contro un muretto e infine contro un palo.

Come si vede anche dalle foto l’auto era irriconoscibile, ridotta ad un piccolo ammasso di lamiere contorte su loro stesse. Il povero Simon è rimasto intrappolato al suo interno insieme all’amica 24enne che viaggiava con lui. Il ragazzo è morto davanti ai suoi occhi, mentre lei ferita in modo grave lo osservava andarsene senza poter far nulla per salvarlo. I vigili del fuoco hanno estratto lei per prima e i sanitari del 118 l’hanno portata subito al pronto soccorso dell’ospedale Santissima Annunziata. Per la giovane diversi traumi e lesioni, ma non c’è pericolo di vita. Per estrarre dalle lamiere Simon invece c’è voluto molto più tempo. Il suo corpo, ormai senza vita, era incastrato nell’auto e i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare molto per tirarlo fuori.

Sulle dinamiche dell’incidente bisogna fare ancora chiarezza. Quello che si sa è che lo scontro è avvenuto in prossimità di una curva. La polizia stradale ha già raccolto la testimonianza del conducente del bus che stava viaggiando solo insieme alla moglie e senza passeggeri. Le parole dei due, che non hanno subito ferite, saranno poi messe a confronto con il racconto dell’amica della vittima che quando si riprenderà dallo choc di averlo visto morire in maniera così atroce darà la propria versione dei fatti.

Simon Angelone

F.B.