Isabella Noventa, nuovo sopralluogo per trovare il cadavere

omicidio Noventa
Isabella Noventa e Freddy Sorgato (foto dal web)

Dalla condanna a 30 anni di carcere per l’omicidio di Isabella Noventa per Freddy Sorgato e sua sorella Deborah e a 16 anni e 10 mesi per la loro amica Manuela Cacco sono passati poco più di tre mesi. Ma del corpo della povera impiegata padovana scomparsa la notte tra il 15 e il 16 gennaio 2016 continua a non esserci traccia. E proprio a proposito dell’occultamento del cadavere della donna erano emerse nei giorni scorsi alcune importanti novità. Gli inquirenti infatti si sono concentrati nella zona in cui si trova la residenza di Freddy Sorgato e nei numerosi campi circostanti in base ad alcune intercettazioni ambientali fatte in carcere.

Proprio oggi ci saranno dei nuovi sopralluoghi a Noventa Padovana e i ricercatori insieme ai cani molecolari si concentreranno nei dintorni di un casolare di Via Polati. I cani arrivano dalla questura di Palermo e dalla Polizia di Frontiera di Milano. A disposizione delle forze dell’ordine ci sarà anche un georadar. Si tratta di una zona già ispezionata con le tecniche classiche. Ora si è deciso di riprovare con i nuovi strumenti convinti che sia proprio il punto in cui si trova il cadavere di Isabella Noventa. Il casolare al centro dell’ispezione era un tempo l’abitazione dei nonni di Freddy Sorgato e ora viene usato come ricovero attrezzi. Nei giorni scorsi era già stato perlustrato anche uno dei campi circostanti nel quale si trova anche un pozzo.

La madre della vittima aveva chiesto giorni fa se sia giusto che lei non sappia ancora dove si trovi la povera Isabella: “Non mi hanno fatto nemmeno trovare il corpo di mia figlia, è giustizia questa?” aveva detto in lacrime durante la trasmissione di RaiTre Chi l’ha visto.

F.B.