Milano, molestie in ospedale ad una paziente 17enne

glutei
(Websource/archivio)

Una giovane ragazza di 17 anni si trovava ricoverata all’ospedale Niguarda di Milano a causa di una malattia rara. Come se non bastasse la sua condizione, la ragazza è andata incontro ad un fatto gravissimo che ha dovuto subire più di una volta da parte di chi in teoria doveva essere lì per curarla ed aiutarla. Un infermiere di 36 anni, assunto con un contratto part time dal noto ospedale milanese, l’ha infatti molestata sessualmente più volte e in diversi casi le ha morso e schiaffeggiato i glutei aggiungendo frasi oscene. Tra quelle riferibili che la 17enne ha raccontato alla polizia quando ha denunciato l’accaduto c’è anche questa: “Con questi pantaloncini e con queste calze fai molto scolaretta, da prendere a schiaffi”. La ragazza era stata ricoverata nel maggio 2016 nel reparto di riabilitazione poiché la patologia che l’aveva colpita le aveva provocato un temporaneo rallentamento nella crescita. L’uomo a quanto pare l’aveva presa subito di mira e l’aveva resa oggetto delle sue attenzioni sessuali.

Il 36enne oggi è stato condannato per violenza sessuale dal Tribunale di Milano dopo il processo con rito abbreviato per mano del gup Livio Cristofano ad un anno e due mesi di carcere con pena sospesa. Il giudice non ha accolto in pieno le richieste del pm Bianca Maria Baj Macario che prevedeva a carico del molestatore anche alcune aggravanti dovute dal suo ruolo nell’ospedale e legate al fatto che anche quando non più in servizio era tornato in ospedale a trovare la sua vittima e aveva anche in quella occasione palpeggiato e molestato la ragazza.

F.B.