Sassari, auto nelle acque del porto: recuperato un cadavere

(Websource / archivio)

Una vecchia Fiat Panda con dentro il cadavere di un uomo, probabilmente caduta in mare a seguito di un incidente o di una manovra sbagliata, è stata individuata nel bacino di carenaggio del porto di Frigiano a Castelsardo, in provincia di Sassari. A lanciare l’allarme sono stati due pescatori del posto.

L’auto è stata recuperata dai sommozzatori dei vigili del fuoco – intervenuti anche con un’autogru – e le forze dell’ordine, nel corso di un’operazione che si è protratta per diverse ore la scorsa notte. Il cadavere era all’interno dell’abitacolo, ma con una gamba fuori dal finestrino: probabilmente l’uomo ha cercato disperatamente di salvarsi, prima di morire annegato. Incerto il momento in cui la vettura è precipitata in acqua: alcuni elementi fanno pensare che si trovasse lì da domenica.

Al momento non si esclude nessuna ipotesi. Nelle prossime ore si conosceranno altri particolari, dopo l’esame della salma e l’analisi delle immagini registrate dalle videocamere del porto. La vittima si chiamava Blagoje Milanovic, aveva 70 anni ed era un nomade di origine slava residente nella zona di Lo Sardu, poco lontano da Castelsardo. La sua scomparsa era stata segnalata dai familiari che, non vedendolo rientrare, avevano lanciato un appello tramite Facebook.

EDS