“L’ho conosciuto che avevo 12 anni, Carmelo mi ha plagiata”

Carmelo Cipriano
Carmelo Cipriano (foto dal web)

Proseguono le indagini su Carmelo Cipriano, originario della Sicilia ma residente a Lonato del Garda, in provincia di Brescia. I Carabinieri gli imputano accuse di prostituzione minorile, violenza sessuale di gruppo, atti sessuali con minori e detenzione di materiale pedopornografico. L’uomo, 43 anni, ha approfittato della sua posizione di istruttore di karate per imporre alle allieve della palestra dove esercita –  molte delle quali minorenni – dei rapporti sessuali completi anche di gruppo. Una delle ragazze coinvolte ha raccontato agli inquirenti: “L’ho conosciuto nel 2003, avevo 16 anni ed ero nel gruppo adolescenti della parrocchia del paese di Carmelo. Lì lui faceva l’animatore. Abbiamo iniziato una relazione sentimentale durata quattro anni e fatta di rapporti sessuali completi. Non mi piaceva farlo ma lui mi diceva che se non avessi acconsentito sarebbe rimasto deluso e che l’avrei dovuto assecondare per dargli un segno di amore, per farlo sentire bene”.

Secondo la Procura di Brescia, da quel momento in poi Carmelo Cipriano “sistematicamente commette sempre lo stesso tipo reato con le stesse modalità. Dimostra un’assoluta incapacità di contenere l’impulso sessuale che si ripete sistematicamente nel tempo”. Oggi il suo interrogatorio in carcere a Brescia, mentre il suo legale Andrea Zanotti spiega: “Si trova in una condizione del tutto nuova, non è mai stato in carcere”. Tra i racconti ce n’è uno di una ragazza che al momento dei fatti aveva solo 12 anni: “Carmelo mi disse che avremmo avuto il primo vero rapporto quando avrei raggiunto la maggiore età, nel 2014. Il primo rapporto completo però lo abbiamo avuto il 31 dicembre 2009”.

Due anni dopo, Carmelo Cipriano le chiede di avere esperienze sessuali con altre persone: “Di fatto mi obbligò. Mi aveva convinto ad avere numerosi rapporti oltre che con lui, con altri uomini. Dopo queste esperienze, per me molto traumatiche, non volevo più avere a che fare con lui, mi vergognavo moltissimo di me stessa e lui continuava ad insistere. Tutto ciò è andato avanti fino a dicembre 2016”. Poi il rapporto fu troncato, ma la ragazza – totalmente succube dell’uomo – spiega: “Oggi sono ancora innamorata di lui”.

 

GM