Caso Mariya: messaggi inquietanti durante la puntata di ‘Chi l’ha visto?’

Mariya
(Websource/Archivio)

Lo scorso 8 ottobre Mariya Iskra, diciannovenne di origini ucraine residente a Cupramontana (Ancona) da 10 anni, è scomparsa senza lasciare tracce di se. La giovane è stata vista l’ultima volta nei pressi della zona del Luna Park, in pieno centro città, qui una fisioterapista amica della madre ha scambiato con lei qualche parola sul futuro: Mariya le ha parlato della sua incertezza sul da farsi e lei le aveva suggerito di provare a studiare e lavorare contemporaneamente.

La madre ha dichiarato che le prospettive future preoccupavano la figlia sin dalla fine del liceo, ma che non credeva che questo la inducesse ad una fuga. Le indagini finora non hanno portato a nessun risultato rilevante, le forze dell’ordine hanno cercato nei dintorni anche con l’aiuto dei cani molecolari, ma la pista seguita dai segugi si ferma in un punto ben preciso, dettaglio che fa pensare agli investigatori che la ragazza sia salita sulla macchina di qualcuno.

Possibili sviluppi potrebbero essere arrivati ieri durante la puntata di ‘Chi l’ha visto?’: nello spazio dedicato alla ragazza ucraina, infatti, sono stati condivisi foto e messaggi inquietanti che hanno acuito la tensione vissuta dalla madre e dai familiari in questi giorni. Subito dopo la fine del collegamento, l’amica di Mariya, Sara, ne ha approfittato per riaccendere il cellulare; in quel preciso momento le sono arrivati tre messaggi, in uno dei quali era stata condivisa la foto di una mano sulla quale c’era inciso, con un taglierino probabilmente, la lettera ‘M’.

Quanto successo ha inquietato i presenti al punto che la conduttrice ha prontamente chiamato i carabinieri al fine di rintracciare l’intestatario del numero dal quale sono arrivati i messaggi. Non è escluso che si sia trattato di uno scherzo di cattivo gusto ed è per questo che la conduttrice ha invitato il mittente a svelarsi: ” Ora i Carabinieri cercheranno di rintracciarlo ed è meglio che dica di aver fatto uno scherzo. Altrimenti vedremo che cosa è successo”.

F.S.