Diciassettenne trovata distesa su un lago di sangue

Sangue
(Websource/Archivio)

Questa mattina, la cittadina di Montelupo Fiorentino (Firenze) si è destata con una tragedia senza spiegazioni: una ragazza di 17 anni è stata trovata priva di sensi all’interno di un parco, riversa su di una pozza del suo stesso sangue. La giovane presentava delle ferite gravi al capo (causate da un oggetto contundente non specificato) ed è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Careggi di Firenze.

A trovarla in quelle condizioni sarebbero stati i suoi amici, gli stessi che la sera prima erano stati con lei ad una serata in discoteca. Secondo quanto riferito dai quotidiani locali la ragazza, ieri notte, era uscita con un gruppo di amici e dopo la discoteca si era fermata con loro a parlare. Dopo qualche ora il gruppo si sarebbe diviso, lasciando la diciassettenne nel parco. Solo alle 7:00 di questa mattina gli amici avrebbero fatto ritorno nel luogo dell’aggressione trovandola in fin di vita.

Ovviamente si tratta di una ricostruzione sommaria di quanto accaduto la scorsa notte, nella storia raccontata dai ragazzi ci sono alcuni buchi, ad esempio non si capisce per quale motivo il gruppo si fosse separato, né se la vittima fosse rimasta in compagnia di qualcuno, magari estraneo al gruppo (per tornare qualche ora dopo è evidente che si fossero dati appuntamento in quel luogo). Per chiarire quanto accaduto in quelle ore, la polizia è al lavoro ed in questo momento sta effettuando i rilevamenti alla ricerca di un’indizio che possa condurre al colpevole.

Quello di questa ragazza è il terzo caso di violenza subita da un minore dopo una serata in discoteca nel giro di 10 giorni: il primo caso si è verificato a Roma, all’Eur, quando un diciassettenne è stato seguito e picchiato da un gruppo di coetanei, mentre il secondo si è verificato una settimana fa nel Padovano, in questo caso la vittima è stata in grado di identificare i propri aggressori.

F.S.