Dopo l’incidente l’auto prende a fuoco, il guidatore lascia morire l’amica – VIDEO

Incidente
(Websource/NyDaily news)

In seguito ad un terrificante incidente, un ragazzo è riuscito ad uscire indenne ma la paura di essere beccato dalla polizia in guida in stato di ebrezza è stata talmente forte da portarlo ad abbandonare l’auto in fiamme con dentro una sua amica. Questo è quanto è stato rivelato da un portavoce della polizia di New York: Saeed Ahmad (23 anni) stava facendo sorpassi a destra e a sinistra quando, ad un tratto, ha perso il controllo della sua Infinity e si è andato a schiantare contro un muro. L’incidente è stato violento, ma lui si è ripreso ed è riuscito ad uscire dall’abitacolo, al suo fianco, però, c’era Harleen Grewall (25 anni) ancora incastrata tra sedile e plancia ed incapace di liberarsi.

L’uomo non ha pensato per un solo attimo a come salvare la vita di Harleen (l’auto era in fiamme), si è allontanato dal veicolo ed è andato alla ricerca di un taxi per farsi portare in ospedale. Il suo disinteresse è stato una condanna a morte per la ragazza che, a causa delle fiamme, è morta in modo orribile all’interno della macchina. Sul luogo dell’incidente sono arrivati i vigili del fuoco, l’ambulanza e la polizia. I tentativi di soccorso sono stati vani, ma le forze dell’ordine sono riuscite a risalire al proprietario dell’auto e lo hanno arrestato con i seguenti capi d’accusa: omicidio colposo, omicidio per condotta negligente, mancato soccorso e guida pericolosa. In seguito all’arresto Saeed ha ammesso di aver guidato sotto effetto di alcol, anche se l’alcol test effettuato dalla polizia è risultato negativo.

Uno dei testimoni presenti sulla scena dell’incidente ha riferito ai media locali: “La macchina stava scoppiettando quando ci siamo passati davanti, faceva davvero caldo. Doveva essere appena capitato, non c’erano ne poliziotti ne vigili del fuoco da nessuna parte. Io mi trovavo su un taxi e l’autista mi ha detto di non aver visto mai nulla di simile in vita sua. Pensavamo che sarebbe esplosa da un momento all’altro”.