ragazza morta

(Websource/mirror.co.uk)

E’ stata arrestata Ivanna Boirachuk, la donna al volante della vettura a bordo della quale è morta Natalia Borodina. Quest’ultima, durante un pericoloso gioco, ha battuto violentemente la testa contro un cartello stradale mentre si era sporta incautamente fuori dal finestrino. Per la conducente del veicolo si sospetta il reato di guida in stato di ebbrezza. La vittima si chiamava Natalia Borodina, e la sua amica l’aveva ripresa con un cellulare mentre, con addosso soltanto un succinto bikini bianco, si affacciava fuori dal finestrino con la musica in sottofondo. Dopo l’incidente, Natalia è stata condotta in ospedale dove poi è deceduta. La polizia ha anche individuato il luogo della tragedia, nei pressi della spiaggia di Punta Cana. Il fatto è avvenuto in Repubblica Dominicana, dove le due ragazze di nazionalità russa si trovavano in vacanza. Sull’asfalto sono ancora visibili i segni di una violenta frenata.

Ragazza morta per uno stupido gioco, la famiglia ora è in difficoltà

Secondo uno studio effettuato da diversi enti turistici, risulta che ben il 95% dei decessi di turisti russi all’estero avvengono a causa della propria stupidità. E questo caso della ragazza morta in circostanze così assurde rientra nel novero. La sua famiglia fa sapere che non può sostenere il costo di quasi diciassettemila euro per poter rimpatriare in Russia la salma di Natalia, e ha ammesso che la ragazza si era recata in Repubblica Dominicana pur non avendo una assicurazione sulla propria persona. Natalia era divorziata e si era da poco traslocata a Cannes, dove aveva trovato un impiego nel mondo della moda.

S.L.

Guarda il video