Latina, sorprende il ladro in casa: uno sparo e lo uccide

sorprende il ladro in casa
(Archivio/Websource)

Ha sorpreso un ladro, ha sparato e lo ha ucciso. Sarebbe questo ciò che è avvenuto in via Palermo, al civico 60, a Latina, all’interno di una palazzina.
Questa è la pista seguita dalle forze dell’ordine, che hanno avviato le indagini a partire dagli spari avvertiti.
Sono in queste ore in corso gli accertamenti da parte della polizia e dei carabinieri dopo l’allarme, lanciato dai residenti della zona, che si trova in prossimità del centro commerciale “Morbella” sulla via del Lido, la strada che collega il capoluogo al lungomare.
A esplodere il colpo che ha ucciso il malintenzionato è stato un professionista di Latina che, avvertendo l’allarme scattato, si è subito recato a casa del padre. Proprio lì avrebbe dunque sorpreso tre ladri ed esploso così il colpo che si sarebbe rivelato ferale.
Non c’è stato nulla da fare per uno dei tre ladri morto sul colpo, mentre gli altri due si troverebbero attualmente in fuga.
Sul luogo dell’omicidio è arrivata, intorno alle 18, il magistrato Simona Gentile.

Alcuni mesi fa un uomo di sessantacinque anni, residente a Caltagirone, in provincia di Catania, aveva solamente ferito il ladro che si era intrufolato nella propria abitazione, ed era stato per questo arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio.
Pochi mesi prima un giovane rumeno di ventotto anni morì per le ferite d’arma da fuoco riportate in un appartamento a Vaprio D’Adda, in provincia di Milano. La vittima aveva provato a intrufolarsi in un’abitazione probabilmente per effettuare un furto. Per questo il proprietario dell’appartamento, un pensionato di sessantacinque anni, svegliato dai rumori, aveva deciso di prendere la propria pistola, che deteneva regolarmente, esplodendo il colpo che uccise il ladro.
BC