Ragazza lasciata in un lago di sangue nel parco: “Domani sarò morta”

(ritaglio video)

Ha lasciato tutti sconvolti la vicenda della ragazza aggredita a Montelupo e poi ritrovata in un lago di sangue. Il padre dell’adolescente aveva avuto una reazione durissima in ospedale, aggredendo alcuni amici e il fidanzato e sottolineando: “Massacrata, me l’hanno massacrata con una cattiveria che nemmeno a un animale”. Nel frattempo, è la trasmissione ‘Mattino Cinque’ a rivelare un particolare davvero sconcertante in questa storia.

Infatti, il contenitore mattutino di Canale Cinque è riuscito a intervistare un amico della 17enne. Questi ha fatto leggere all’inviato della trasmissione i messaggi inviati dal telefono della giovane, che hanno un contenuto quantomeno inquietante. Infatti, si legge in quegli sms: “Domani sarò morta, tesoro. Addio!”. Secondo quanto ha raccontato il ragazzo, quegli sms gli sono arrivati intorno alle 5.40 di notte. Ma il giovane – che avevano passato con la ragazza aggredita una serata in discoteca – si dice convinto che quei messaggi non siano stati inviati dall’adolescente, ma da qualcuno che in quel momento si trovava con lei.

Sarebbero dunque un segnale preciso da parte di chi ha aggredito la povera 17enne. Su quanto avvenuto quella sera prima della brutale aggressione, il giovane dà poi una propria versione dei fatti: “Aveva litigato in modo molto acceso con i suoi amici, sono ragazzi esagitati e casinisti, dubito che sia andata al parco da sola”. Le indagini proseguono e forse nella giornata odierna la giovane potrebbe essere ascoltata in ospedale.

 

GM