(Websource / archivio)

L’aviazione militare statunitense è pronta a diramare un’allerta per i bombardieri nucleari B52 Stratofortress. Che saranno così pronti ad agire, se necessario, anche in 24 ore. I velivoli dotati di armamento nucleare sono attualmente dislocati in una base dell’US Air Force della Louisiana, con gli equipaggi in stato di emergenza. Lo riportano alcuni media statunitensi, che citano fonti del Pentagono. La decisione del Presidente Donald Trump arriva come reazione alle crescenti tensioni tra l’amministrazione Usa e la Corea del Nord. È la prima volta che accade dai tempi della Guerra Fredda.

In realtà non di bombardamento si tratterebbe, dato che i discendenti dei B52, utilizzati a partire dal 1955, si sono evoluti e oggi trasportano missili a testata nucleare che vengono lanciati a centinaia di chilometri dall’obiettivo. Tutto questo in seguito all’escalation della tensione tra Washington e il regime di Pyongyang. Ed è il caso di ricordare che il presidente Trump, che è in procinto di partire per un viaggio proprio in Asia, ai primi di novembre, ha dichiarato che gli Stati Uniti sono pronti ad attaccare la Corea del Nord, se sarà necessario. The Donald ha precisato che sarebbe “bello” non dover attaccare Pyongyang, aggiungendo però che “siamo preparati” all’evenienza.

EDS