Bambina ferita in maniera orribile: “C’era sangue ovunque”

bambina ferita
(Websource/thesun.co.uk)

Una bambina di soli 6 anni ha subito delle terribili ferite dopo essere rimasta impalata su di una cancellata mentre giocava. La piccola si chiama Lilly McDaid e vive a Castlemilk, nei pressi di Glagsow. Dopo l’incidente che le è capitato, si sono rese necessarie quattro ore di intervento chirurgico durante le quali le è stato impiantato un sacchetto di stoma, ovvero di una struttura connessa all’epidermide, visto che da uno dei buchi nella sua pancia sporgeva l’intestino. Michelle, la madre della bambina ferita, afferma di aver sentito le urla strazianti di quest’ultima dopo che è scivolata dal tetto, e per la precisione da una tubatura di scarico. Da lì è caduta proprio sulle inferriate della recinzione sottostante. Lilly si è staccata da sola dalla cancellata, riuscendo a raggiungere casa sua nonostante fosse gravemente ferita. Sempre la mamma dice che la bambina era molto scossa e che c’era un sacco di sangue per terra: “Aveva delle evidenti ferite alla schiena ed al ventre ed anche svariati tagli alle mani. Ma è riuscita comunque ad entrare in casa tutta da sola”. Una volta giunti all’ospedale, c’è stato bisogno di consultare uno specialista per le emergenze all’intestino.

Bambina ferita, anche il chirurgo è rimasto scioccato

Questi, nonostante fosse sufficientemente esperto, ha detto che la scena che gli si era presentata davanti era terribile: “Non vorrei mai che qualcun altro debba vivere quello che ha passato quella bambina”. Oltre alle lesioni fisiche, c’è da fare i conti anche con l’inevitabile ed altrettanto profondo trauma psicologico che Lilly ha subito. Da poco tempo la bimba è ritornata a scuola, ma appare comunque nervosa e paranoica circa l’appendice che le è stata impiantata ed il cui apporto potrebbe risultare purtroppo permanente. Nonostante le richieste di Michelle, i proprietari del complesso abitativo dove la donna vive con Lilly e con altri tre figli si sono rifiutati di sostituire la cancellata con una giudicata più sicura. Ma si sono detti molto dispiaciuti, tramite le parole rilasciate da un portavoce: “La vicenda di questa bambina ferita in maniera simile è molto triste. Ma cancellate come questa se ne trovano in tutto il Regno Unito – riporta quest’ultimo – e mai si sono avuti dei problemi. Del resto non avremmo installato qualcosa che sarebbe potuto essere potenzialmente pericoloso per i nostri inquilini”. Non è per niente della stessa gravità, ma anche qui da noi in Italia un’altra bambina ha subito comunque un contraccolpo notevole, e a scuola per giunta.

S.L.