Asia Argento (foto dal web)

Mentre sembra perdere di interesse la vicenda degli abusi sessuali perpetrati dal noto produttore cinematografico statunitense Harvey Weinstein ai danni di numerose attrici, tra le quali Asia Argento, ci sono diverse attrici italiane, tra cui Tea Falco e Giorgia Ferrero, che sostengono di essere state molestate da alcuni registi italiani. Intanto, grazie alla trasmissione ‘Le Iene’, emergono altre testimonianze, che delineano l’identikit del Weinstein italiano. Sarebbe un famoso regista ultra quarantenne, che pare sia solito usare metodi violenti nei ‘provini’ con le attrici prescelte.

Nel servizio realizzato da Dino Giarrusso, sono molte le ragazze che parlano, alcune scegliendo di restare nell’anonimato. Nessuna di loro fa il nome del regista, per paura di ripercussioni. Sostiene Giada Pladeani, raccontando la propria esperienza: “Uno mi ha detto: un giorno è venuta qui una famosissima soubrette e mi ha fatto un p….Poi mi ha spinto alla parete e mi ha messo un pezzo di lingua in bocca. Poi mi ha preso e mi ha buttato fuori dal suo ufficio. Mi sentivo una deficiente. Se mi capitasse oggi gli darei un punto in faccia”. C’è un’altra ragazza, che delinea alcuni tratti del personaggio: “Un regista storico in Rai, molto potente, una volta mi ha invitato in ufficio per parlare di lavoro e ha provato a baciarmi, ma mi sono sottratta. Non è stato l’unico episodio. Una volta in ascensore, si è avvicinato e mi ha approcciato con un bacio. Mi ha detto che non sapevo come funzionano le cose nel mondo e che avrei potuto approfittare molto di più del fatto che io gli piacevo. Anche perché poi quella scelta ha cambiato in maniera negativa la mia vita e la mia carriera”.

Molestate non solo attrici, ma anche segretarie e altre collaboratrici e i metodi sono spesso violenti: “Sembra che l’uomo sia un violento: «Mi dice: ‘Iniziamo con le interpretazioni’. E subito mi bacia. Io mi scanso, non me l’aspettavo, anche se comunque mi forzava con le mani a baciarlo in bocca. Poi lui mi ha preso così la faccia e mi ha baciata», racconta Francesca che prosegue: “Lui mi viene dietro, mi appoggia il suo… il suo c… nel mio culo e lava i piatti con me”. Un’altra testimonianza entra nei dettagli di una scena girata: “Lui mi dice ‘Girati’ e io mi giro. Poi mi chiede: ‘Sei pronta?’. Io mi giro e lo vedo completamente nudo. Si era tolto pure i calzini. In quel momento mi è venuto uno choc e non riuscivo a capire se era normale o se era una forma di improvvisazione dei registi. Mi ha spogliata tutta, e mi ha buttata con violenza sopra il letto. Io ho fatto resistenza in un primo momento. In un secondo momento ho detto: ‘Non posso essere così rigida. Se è una scena, lo devo fare. Se voglio fare l’attrice, lo devo fare”. Nelle scorse settimane, anche Asia Argento aveva denunciato la presenza di un regista italiano che si era reso protagonista di abusi nei suoi confronti.

GUARDA VIDEO

GM