Frizzi, l’ultima foto prima del malore e quello strano messaggio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:17
frizzi
(Instagram)

Viene ripresa soltanto oggi l’ultima fotografia pubblicata da Fabrizio Frizzi prima di subire poi l’ischemia durante la registrazione della puntata de L’Eredità che lo sta tenendo ancora oggi ricoverato in ospedale. In quel post pubblicato su Instagram il presentatore appariva con un viso piuttosto torvo, scuro e preoccupato. Non è dato a sapersi se in quell’espressione così cupa si nascondessero già i segnali dell’imminente problema cerebrale. Quel che è certo è che in quei giorni Frizzi era molto arrabbiato per qualcosa che gli stava capitando online.

E in quel post di Instagram denunciava tutto rivolgendosi direttamente ai suoi fan: “Amici, anche da qui voglio segnalare il comportamento scorretto al limite del penale di un mio presunto fanclub che scrive commenti alle foto come se fossero miei, addirittura mettendo parole di fantasia (ma molto scarse) sulla foto di mia figlia spacciandola come se fosse un mio nuovo figlio appena arrivato. E’ troppo. Senza considerare che scrivono ai miei amici spacciandosi per me. Ho già fatto una regolare denuncia alla Polizia Postale ma in attesa del loro procedere vi prego di segnalare questo profilo @fabriziofrizzii come fake. Grazie Amici e scusate la rottura”.

Tantissimi i commenti a quel post e molti arrivati anche e soprattutto dopo il malore di Frizzi. Una fan scrive: “Fabrizio in questa domenica mattina penso a lei e alla sua famiglia. Tenga duro…prego per la sua pronta guarigione!!! Con immenso affetto una sua piccola fans diventata grande”. E poi ancora: “Sei il presentatore italiano piú simpatico e genuino. Ti ho sempre seguito con affetto e mi sono molto intristito dopo la brutta notizia. Ti penso sempre. Coraggio”.

Nel frattempo il profilo fake che tante noie gli aveva procurato pare sia stato oscurato. Chissà se questa notizia potrà dare un po’ più di serenità a Frizzi e permettergli una guarigione più rapida e un altrettanto veloce ritorno in tv.


F.B.