Ancona: perde il controllo della moto, Giosué muore a 18 anni

Giosué
(Websource/Archivio)

Un incidente violentissimo quello che è costato la vita al diciottenne Giosué Spera ieri sera intorno alle 20:00. Lo scontro tra la moto, un Husqvarna 450, condotta dal diciottenne e l’auto, una Citroen Berlingo, è avvenuto all’altezza dello svincolo che conduce dalla statale 76 all’ingresso di Pianello Vallesina (Ancona). Secondo una prima ricostruzione (la dinamica è ancora al vaglio dei vigili urbani) il ragazzo originario di Monte Roberto avrebbe perso il controllo del mezzo a due ruote non riuscendo ad evitare l’impatto con l’auto. Quindi, dopo essere stato colpito, sarebbe prima finito sul cofano dell’auto quindi volato sull’asfalto.

Proprio l’impatto con l’asfalto è stata la causa della morte del diciottenne: il conducente della Citroen, infatti, si è immediatamente fermato a soccorrere il giovane e quando ha visto che non si muoveva ha chiamato i soccorsi che sono arrivati tempestivamente. Il pronto intervento degli operatori del 118, però, non è servito a salvare la vita di Giosué, quando questi sono arrivati sul luogo dell’incidente, infatti, il suo cuore aveva smesso di battere e nonostante le manovre effettuate per farlo riprendere ne hanno dovuto dichiarare il decesso.

Il corpo di Giosué è stato portato in serata all’obitorio dell’ospedale d’Ancona, dove rimarrà a disposizione dell’autorità giudiziaria per il tempo necessario alle indagini. In paese, intanto, si è già sparsa la voce della prematura dipartita del ragazzo. La morte di un ragazzo appena maggiorenne ha colpito duramente la comunità che gli ha tributato il proprio saluto in diversi modi: c’è chi infatti si è stretto intorno alla famiglia andando a porgere l’estremo saluto al giovane e chi, invece, ha espresso la propria solidarietà attraverso i social. La stessa commozione collettiva si è vista pochi giorni fa quando una ragazza toscana di soli 17 anni, Raffaella Turco,  è morta in seguito ad un’incidente d’auto di ritorno da una gita all’Isola d’Elba.

F.S.