Inps

(Websource/archivio)

In questi giorni si è parlato molto dell’Inps e del suo presidente Tito Boeri. Se ne è parlato perché si sta discutendo del famigerato innalzamento dell’età pensionabile. Un punto sul quale Boeri ha sempre parlato molto chiaro, a costo di assumere posizioni impopolari. Rimandare l’innalzamento a 67 anni d’età è solo una mossa elettorale e non farlo avrebbe ripercussioni gravissime sulle casse del nostro Stato, ha detto a più riprese Boeri.

Ora però, almeno solo per qualche ora, si parlerà di Inps per altri motivi e per una volta almeno l’istituto previdenziale non sarà al centro di polemiche. Infatti proprio Boeri dal suo account Twitter ha lanciato un importante annuncio: “Oggi indetto nuovo concorso INPS. Requisiti: laurea magistrale in economia, ingegneria gestionale o legge, certificato b2 inglese. Spargete voce”.

Insomma l’Inps torna ad assumere giovani e mette a disposizione 350 posti subito e altri 730 in un secondo momento. Si tratta dunque di oltre mille posti di lavoro dedicati ai neolaureati e non abbiamo dubbi che saranno in moltissimi a tentare il concorso alla ricerca del tanto agognato posto fisso (e pubblico). Certo i requisiti sono piuttosto precisi, ma in un Paese in cui ci si lamenta sempre della disoccupazione e in cui molti laureati sono costretti a fare lavori che non c’entrano nulla col proprio percorso di studi né col proprio livello culturale questa del concorso Inps è senza dubbio una buona notizia.

F.B.