Nuova moda per l’intimo femminile, il cameltoed!

cameltoed
(Websource/Archivio)

Molte volte le mode sono in grado di stravolgere anche il comune senso di decenza e pudicizia. Ad essere soggette ai cambiamenti della moda sono soprattutto le donne, che diventano spesso le fashion victim ideali: esempi di questo tipo ce ne sono tanti e vanno dalle scollature esagerate agli spacchi e dai pantaloncini inguinali fino ai top sotto seno. L’idea di evoluzione della moda sembra spingere, insomma, le donne a non vergognarsi delle proprie forme anzi di evidenziarle con ogni mezzo possibile.

In questa direzione va anche la recentissima moda del cameltoed, ovvero quell’effetto a zoccolo di cammello che creano i leggins o i pantaloni aderenti nella zona inguinale di una donna, evidenziando le grandi labbra della vagina. Originariamente il fatto che i pantaloni aderenti evidenziassero una zona così privata era motivo di vergogna per molte ragazze che, in alcuni casi, rinunciavano ad utilizzarli. Per ovviare a questo fastidioso problema erano state inventate delle piccole protesi in silicone che mascheravano la forma delle grandi labbra.

Adesso, però, la tendenza si è invertita: da quando Khloé Kardashan ha fatto del cameltoed un punto di forza, sempre più donne dello spettacolo e del mondo del cinema non si curano più del fatto che la zona più intima sia in evidenza. In seguito al diffondersi di questa moda, le compagnie di intimo femminile hanno cominciato ad immettere sul mercato degli slip speciali che contengono delle protesi in silicone che evidenziano o creano l’effetto cameltoed.

La moda è talmente apprezzata da essere utilizzata da molte adolescenti e presto potrebbe arrivare anche in Italia. A dire il vero non si tratta di un’invenzione recente, lo slip con cameltoed annesso esiste da diverso tempo ed è stato creato per i transgender che, in attesa di un operazione completa, vogliono nascondere il proprio sesso. Con il passare del tempo era diventato un gadget utilizzato dalle Drag Queen durante il gay pride o gli spettacoli.

F.S.