ospedale

(Websource/archivio)

Ha dell’incredibile quanto avvenuto nella clinica Villa dei Fiori di Acerra, in provincia di Napoli. Una signora di 89 anni era stata ricoverata per una cistite, un problema serio, ma piuttosto comune che se curato non porta a nessuna grave conseguenza. Certo nessuno poteva immaginare quello che sarebbe successo in quella clinica. In circostanze ancora tutte da chiarire la signora pare sia caduta dalla barella sulla quale era stata sdraiata. Sta di fatto che la donna è stata portata d’urgenza all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli dove è arrivata con una frattura di una delle vertebre cervicali, una condizione che l’ha poi portata alla morte nel giro di poche ore senza che i medici potessero fare nulla per salvarla.

La magistratura ha immediatamente avviato un’inchiesta anche in seguito alla denuncia dei famigliari. Secondo i primi riscontri e rilievi sembra che la badante che si prendeva cura della donna abbia tolto una delle sponde laterali della barella che servono proprio per evitare cadute rovinose. Quel che è certo è che sono stati gli stessi dipendenti e sanitari della clinica ad allertare l’ambulanza e l’ospedale San Giovanni Bosco una volta resisi conto della gravità di quanto accaduto. Gli inquirenti hanno acquisito tutti i filmati delle telecamere interne di sicurezza e le cartelle cliniche della donna nel tentativo di ricostruire al meglio quanto successo e comprendere se ci siano responsabilità di medici e infermieri da collegare alla morte della signora. Nel frattempo il magistrato ha disposto l’autopsia sul corpo della vittima.

F.B.