Migranti nello spogliatoio femminile della palestra, interviene la Questura

migranti
Bivacco di migranti (websource/archivio)

La difficile convivenza tra italiani e migranti passa anche per piccoli episodi di cronaca, come quello avvenuto qualche giorno fa a Bologna. Qui infatti una ragazza nigeriana di 19 anni è stata sorpresa dai controllori a viaggiare su un bus senza biglietto. Ciò che sorprende, però, è che la ragazza non era sfornita di denaro anzi, all’interno della borsa, aveva la bellezza di 8 mila euro in contanti. Portata in Questura, la giovane non è riuscita a dare una spiegazione sulla provenienza di quel denaro. Nel frattempo, in queste ore, una vicenda di cronaca arriva da Pordenone. Qui, nei giorni scorsi, sono spariti due telefoni cellulari dagli spogliatoi della palestra del liceo Grigoletti.

Successivamente, uno di questi è stato trovato all’interno del parco Querini, in possesso di un 33enne cittadino del Pakistan. Questi è stato così denunciato per ricettazione dagli agenti della Squadra Volante. I controlli, del cui esito si è venuti a conoscenza solo in queste ore, sono avvenuti giovedì sera, durante una delle tante operazioni di routine effettuate nei pressi della stazione ferroviaria. Il primo dei due telefoni trovati era un Huawei P10, che era sparito dalla palestra del liceo la sera stessa. Lo smartphone è stato rinvenuto intorno alle 22, mentre alle 23.20 gli agenti della Volante hanno notato due persone al parco Querini che provavano a dileguarsi. Erano due pakistani e uno dei due possedeva l’altro cellulare rubato, un Asus 2 laser. Il 33enne ha spiegato di averlo acquistato poco prima da uno sconosciuto e per questo è scattata la denuncia.

GM