Ragazze molestate: “E se Brizzi si suicidasse? Le Iene si sono comportate come sciacalli”

Brizzi
(Websource/archivio)

Duro attacco al programma televisivo Le Iene, il primo a portare in evidenza il caso delle molestie nel mondo del cinema italiano con i servizi e le interviste alle vittime del giornalista Dino Giarrusso. Proprio contro di lui ieri si è scatenata Selvaggia Lucarelli durante la trasmissione Piazza Pulita di LA7. Secondo la giornalista e blogger quello delle Iene è stato uno “stillicidio sadico” di informazioni, interviste in forma anonima in cui non veniva fatto il nome. “Tutti nel mondo dello spettacolo avevano capito che si trattava di Brizzi e questo prolungamento dell’attesa è stato un comportamento giornalistico poco corretto”.

La Lucarelli pochi giorni fa aveva già espresso le sue perplessità: “Brizzi è probabilmente colpevole e spero che se è così paghi il suo debito con la giustizia. Detto questo, voglio solo dire che il nome che circola da giorni, la graticola, le testimonianze centellinate, gli spot “stasera vi diremo se è Brizzi”, il chiacchiericcio social, la testimonianza con la voce modificata, l’identikit con età e città di nascita, non è il mio senso di giustizia. Chiudere il servizio dicendo: “se avete altre storie come queste da raccontare scrivete alle iene!” è esattamente il corto circuito che mi fa paura. No. “Se avete storie così, andate in commissariato!”, questo dovrebbe essere il messaggio. Questo non è giornalismo d’assalto. È assalto. Non mi piace guardare per settimane un servizio sulla stessa persona e pensare “che schifo d’uomo” e poi però, alla fine pure “e se s’ammazza?”. Perché è un’agonia che mi fa orrore perfino per l’uomo peggiore della terra. Mi mette a disagio. Smettete di parlare di lui. Denunciatelo. Lasciatelo alla giustizia. Alle lacrime di chi gli voleva e gli vuole bene”.

Ieri aveva parlato anche l’avvocato di Fausto Brizzi: “Si è consentito di veicolare la dichiarazione di una signora che non ha mai dato vita ad alcun atto ufficiale davanti alle autorità e ha riportato il suo personalissimo pensiero, assolutamente non riscontrato. E’ assolutamente innocente ed estraneo ai fatti, nessun abuso, nessuna violenza”.

F.B.