Luisa Venuti

Luisa Velluti (Websource/archivio)

Luisa Velluti  il 6 marzo di 29 anni fa venne abbandonata appena nata all’ospedale di Montebelluna. La madre che l’aveva appena data alla luce la diede immediatamente in adozione e non volle più saperne niente di quella bambina. Lei per tutta la vita è andata alla ricerca della madre naturale e il suo caso era stato anche discusso ampiamente durante la trasmissione Chi l’ha visto. Luisa, che oggi fa la parrucchiera e vive a Falcade in provincia di Belluno, aveva fatto numerosi appelli anche tramite la stampa locale affinché la madre si facesse viva.

Ieri per lei è arrivata una risposta e non era certo ciò che si aspettava e che per anni aveva immaginato. La ragazza ha infatti ricevuto una lettera da parte di sua madre con poche e durissime parole: “Luisa, non ho scelto io di chiamarti così nè di averti, per me sei solo la più dolorosa ferita che ho avuto a 18 anni. Tutto sognavo e tutto potevo sperare, ma non certo la violenza che ho subito e di cui tu sei simbolo. I tuoi occhi azzurri mi ricordano i suoi maledetti occhi azzurri (evidentemente riferito all’uomo che la violentò e la mise incinta, n.d.r.). Non sbandierare una storia che non c’è. Rispetta il mio dolore e la mia solitudine”.

Luisa è distrutta per quanto appreso e di certo non si aspettava una rivelazione del genere né tanto meno che sua madre non volesse nemmeno incontrarla. “Avrei preferito che certe cose me le avesse dette guardandomi negli occhi” ha detto la ragazza in lacrime. Ora la sua ricerca può dirsi conclusa e senza dubbio non è stato l’happy ending che tutti speravano.

F.B.