Lippi smentisce Tavecchio: “Non ha buona memoria” – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:45

Durante la lunga e durissima conferenza stampa di Carlo Tavecchio nella quale l’ex numero uno federale annunciava le proprie dimissioni attaccando le diverse parti in causa è emerso un dettaglio che riguardava l’ex ct Lippi. Secondo Tavecchio avrebbe scelto lui Gian Piero Ventura, ma le cose a detta di Lippi sono andate diversamente.

“Io non ho scelto Ventura, la decisione è stata presa dal Presidente Carlo Tavecchio. Come tutti ci sono rimasto male per l’eliminazione dell’Italia, vedere piangere Buffon, Chiellini, De Rossi e Barzagli non è bello. Adesso tutti parlano di Marcello Lippi, ieri Malagò e oggi Tavecchio, che mi sembra non abbia buona memoria. Quello che ha detto Malagò è vero, ci siamo incontrati, ma una cosa non è vera: io non ho scelto l’allenatore. Sono andato a cena a casa di Malagò con Tavecchio e mi è stato proposto il ruolo di direttore tecnico delle nazionali. Anzi, Tavecchio mi propose di occuparmi dall’Under21 in giù, ma io gli dissi che in quanto direttore tecnico mi sarei occupato di tutte le Nazionali. Parlai con Ventura, Montella e Gasperini, nessun altro. Poi sono andato da Tavecchio per riportato i miei giudizi su questi tre tecnici, elencando pregi e difetti. Poi dissi a Tavecchio di scegliere perché il presidente era lui. Lui disse: “Sceglierei Ventura per una questione di età ed esperienza”. Quindi non ho scelto io il tecnico”.

E poi l’attacco a Tavecchio prosegue: “Bastava che Tavecchio si ricordasse cosa aveva fatto un anno prima mettendo la firma sul nuovo statuto dei procuratori che non mi permetteva di lavorare visto che mio figlio è un agente. Ho ricoperto il ruolo di direttore tecnico per un mese, ma un giorno prima di ufficializzare il tutto è uscita questa cosa. Ora sono il commissario tecnico della Cina e faccio il mio lavoro, dalla FIGC non ho più sentito nessuno. Una figura simile non c’è mai stata, ma un anello di congiunzione servirebbe. Dai tempi di Conte il tecnico non parla con nessuno. Non sarò io, mi è stato proposto un contratto dalla Federazione cinese fino al 2022 e probabilmente accetterò”.

F.B.