(Websource/archivio)

Dramma incredibile quello avvenuto ieri nel tardo pomeriggio in via Matteo Ricci a Collemarino, in provincia di Ancona. Un giovane padre di famiglia di 29 anni ha completamente perso la testa per motivi ancora da chiarire e ha deciso di compiere un gesto estremo. In un primo momento si pensava fosse stato licenziato dal lavoro, ma gli approfondimenti successivi hanno dimostrato che non era così. Una ricostruzione più precisa spiega che l’uomo si è preso un giorno di malattia dal lavoro, poi davanti a moglie e figlia piccola ha iniziato a dire frasi sconclusionate sostenendo che le cose non andavano bene e arrivando a dire: “Dobbiamo ammazzarci tutti”.

A quel punto la moglie è uscita di casa insieme alla bimba e ha subito dato l’allarme perché ha capito che il marito aveva intenzione di fare qualcosa di folle. Nel frattempo l’uomo si è barricato in casa e ha dato fuoco all’abitazione. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco, la Polizia di Ancona, la Croce Rossa e i medici del 118. Sono stati attimi di grande tensione. L’uomo continuava a fare dentro e fuori dal balcone di casa, ad un certo punto ha anche impugnato un grosso coltello da cucina minacciando di farsi del male, poi ha detto che si  sarebbe buttato dal balcone e ha anche chiesto la presenza di giornalisti e telecamere.

Poi ad un certo punto la situazione è precipitata. L’uomo, che stava rischiando di morire asfissiato per il fumo dell’incendio che lui stesso aveva appiccato, si è gettato dalla finestra della camera da letto. I soccorritori lo hanno raggiunto nel giardinetto di casa dove lo hanno trovato vivo, ma incosciente. L’uomo è stato trasportato in codice rosso al Pronto Soccorso dell’Ospedale Torrette dove è ricoverato in prognosi riservata, ma fortunatamente non in pericolo di vita.

Sulle cause del gesto ci si basa sulle parole della madre e della moglie. A quanto pare il 29enne lamentava da diversi giorni fortissimi mal di testa e stava sviluppando alcune manie di persecuzione dato che sosteneva che qualcuno lo perseguitasse e volesse ammazzarlo avvelenandolo.

F.B.