Cile: autista perde il controllo del pullman, undici i morti

(Websource/Twitter)

Domenica 26 novembre verrà ricordata in Cile per il dramma occorso sulle strade di La Auracania (regione che si trova nella parte sud del Paese latinoamericano): un pullman con a bordo diversi passeggeri si è ribaltato sulla strada statale che conduce da Victoria a Curacautín causando la morte di undici passeggeri. Secondo quanto riferito dalle autorità locali il mezzo si è ribaltato in prossimità di una curva a “u” affrontata ad una velocità troppo elevata dall’autista del pullman che niente a potuto per evitare il disastroso impatto.

I soccorsi sono stati chiamati immediatamente, ciò nonostante non è stato possibile salvare la vita alle vittime. Il bilancio del sinistro è stato comunicato quasi in tempo reale sulla pagina Twitter ‘Trueno Emergencias’, sulla quale in un primo tweet si legge: “Il governatore di Arauco ha rettificato il numero delle vittime dell’incidente di La Auracania: sono dieci i morti confermati, tra di loro un bambino di 8 anni”, mentre in un secondo: “Aggiornamento: le vittime sono 11, 9 fuori dal bus e 2 all’interno”. Alle vittime si aggiungono 20 feriti che sono stati portati in ospedale dai soccorsi.

Ulteriori notizie sulle vittime sono state fornite dal sindaco di Tirua, città a 700 chilometri da Santiago del Cile dalla quale queste provenivano. Sembra infatti che i passeggeri del bus fossero alcuni dei dipendenti della municipalità di Tirua che si erano recati con le famiglie in gita nella regione di La Auracania. In mattinata la presidente del Cile Verónica Michelle Bachelet Jeria ha porto le condoglianze sue e del suo governo ai parenti e gli amici delle vittime.

La giornata di oggi è stata drammatica anche in Italia, questa notte infatti due persone sono morte a causa di altrettanti incidenti: il primo si è verificato sulla A13 all’altezza di Ferrara ed ha causato la morte di un uomo, nel secondo, verificatosi a Treviso alle 3:30 di notte, è morto un ragazzo di soli 21 anni.

F.S.