Allegri punge Sarri: “Stratega, vuole confondermi. Napoli test per l’Olympiacos”

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Vigilia di big match quella odierna, dato che domani al San Paolo andrà in scena Napoli-Juventus. Uno scontro diretto per lo Scudetto tra la capolista e la terza della classifica, ora distanti 4 punti. Non una partita come altre e ci ha pensato Massimiliano Allegri a metterci un po’ di pepe.

In conferenza stampa l’allenatore bianconero è stato pungente nei confronti del suo collega Maurizio Sarri e anche nel commentare l’importanza della sfida in Campania: “Non gli sto più dietro. La sua è una strategia per creare confusione. Una volta ha il campo, un’altra il fatturato o la Champions. Io evito, dico solo che allenarsi una volta alla settimana fa bene, ma è bello giocare ogni tre giorni. Quella contro il Napoli è una partita importante, ma non decisiva. Loro sono davanti in classifica e sono favoriti per lo Scudetto. Domani è un buon test in vista dell’Olympiacos, la prima partita decisiva della stagione”.

Allegri punzecchia Sarri in merito ad alcune sue dichiarazioni. Inoltre ritiene che il match del San Paolo sia un test in vista dell’impegno di Champions League contro l’Olympiacos, considerato più importante. Infatti contro i greci la Juventus si gioca l’accesso agli ottavi di finale della massima competizione europea per club. Ovviamente contro il Napoli vorrebbe vincere, però non ritiene che quella di domani sia una gara decisiva.

E Allegri non si è neppure sottratto dal commentare le indiscrezioni riguardanti una presunte lite interna tra vecchi e nuovi giocatori bianconeri. Il tecnico toscano ci ha messo un po’ della sua proverbiale ironia: “Lo spogliatoio è unito, ho sentito alcune voci, anzi, speravo che si fossero picchiati, ogni tanto nello spogliatoio un po’ di casino serve per alzare la tensione, magari tra un po’”. Smentite, dunque, le voci. Alla Juventus remano tutti nella stessa direzione. Vedremo cosa dirà la sfida del San Paolo contro il Napoli.

 

Matteo Bellan