Nicoletta muore nel sonno, dramma in un hotel friulano

Nicoletta Madiotto
Nicoletta Madiotto (Facebook)

Un risveglio da incubo per una coppia di San Donà che, per motivi che non sono stati resi noti, viveva in una stanza dell’hotel Bella Cina di Musile di Piave. Nicoletta Madiotto, 32 anni, era andata a letto come ogni sera insieme al compagno. Durante la notte l’uomo non si è reso conto di nulla. Solo quando si è svegliato intorno alle sei di mattina si è accorto che la compagna non dava segni di vita e non respirava. A quel punto ha chiamato immediatamente i soccorsi che sono giunti sul posto in pochi minuti. I sanitari però non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna che risultava, ad un primo esame sommario, morta da diverse ore.

Sul posto per i rilievi del caso e le indagini sono giunti i Carabinieri di San Donà. L’autopsia chiarirà le cause della morte della 32enne. Al momento nessun sospetto grava sul fidanzato anche perché la ragazza aveva già avuto problemi di salute in passato e dunque l’ipotesi di una prematura morte naturale è al momento la più plausibile.

Nei commenti Facebook degli amici di Nicoletta oltre alla grande tristezza c’è anche molta incredulità. Qualcuno dice che “è stata una ragazza sfortunata in tutta la sua vita”, altri non credono alla notizia: “Non ho parole, ieri sono passato di là era fuori con il suo moroso. Sicuramente è successo qualcosa”.

F.B.

.