Lemme contro tutti. Attacca i poveri e chi lo contesta

(Websource/archivio)

Un personaggio unico, diretto, crudo nei modi. Alberigo Lemme, 59enne farmacista di Chieti, diventato ormai noto per le sue diete soprattutto praticate ai personaggi famosi. Molto caro a Barbara D’Urso che lo ha reso figura fissa dei suoi programmi, Pomeriggio 5 e Domenica Live. Si professa dottore pur non essendolo, offende chiunque la pensi diversamente da lui, anche e soprattutto le donne, usando verso di loro termini molto volgari e pesanti come: “testa di donna”, “scimmia”, “cicciona”, “braccia da contadina” e molte altre. Non adopera mezzi termini e nell’ultima puntata su canale 5 dove è stato nuovamente ospite, non ha lesinato offese nei confronti dei poveri: “Io non ho rispetto per i poveri perché chi è povero ha scelto di essere povero. Tu, povero che mi ascolti, scegli di essere ricco”. Poi rincara la dose parlando di cibo: “Il grasso abbassa il colesterolo. Frutta e verdura lo alzano”.

Non sono mancati gli attacchi nei suoi confronti da parte degli altri ospiti e del pubblico, in disaccordo con il dietologo. A dichiararsi contraria Antonella, una sua ex cadetta: “Lemme non mi ha fatto mangiare niente, solo cipolle. Alle 7 del mattino mangiavo cipolla, a pranzo il pollo, a cena cipolla. Ho pagato 240 euro. Ho fatto la dieta per circa quindici giorni, non sono riuscita ad andare avanti perché avevo dei mancamenti”. Insomma, due poli opposti ma come si dice, il mondo è bello perché vario. Anche la stessa D’Urso non ha gradito durante la puntata, alcune esternazioni del personaggio in questio tanto da esclamargli: “”Ho 40 di febbre, non ho le forze per rispondere a questa ca….. che hai detto”. Ma lui, imperterrito, non ha mai arretrato la sua posizione di un millimetro. Anzi, ha aperto un’altra discussione contro Serena Grandi, anche lei passata sotto la sua cura e non ha dato un responso positivo dei suoi metodi. Lemme gli ha risposto così: “Io non sono Dio, sono il socio di Dio. Dio ti ha creato, Lemme ti modella, è lo slogan”.

GVR