Sta facendo una consegna, il malore è improvviso e non ce la fa

Francesco Sciarra
Francesco Sciarra (foto dal web)

Lutto e dolore nel maceratese il decesso improvviso dell’ex calciatore Francesco Sciarra. Aveva 39 anni. Molto conosciuto in provincia di Macerata per i suoi trascorsi calcistici, il giovane uomo lavorava con la ditta di Corridonia Eurocarta. Ieri mattina, era andato a fare una consegna nella scuola di Passo del Bidollo, piccolo centro a una manciata di chilometri da Macerata, quando si è improvvisamente sentito male. I medici del 118 lo hanno rianimato e poi portato al pronto soccorso. Hanno poi tentato il trasferimento a Torrette di Ancona, ma nel frattempo la situazione è precipitata e Francesco Sciarra è deceduto.

Roberto Foglia, uno dei titolari della Eurocarta, lo ricorda così: “Lavorava con noi da venti anni e qui gli volevamo tutti bene. Era un ragazzo molto buono, socievole, in gamba. Tanti clienti ci stanno chiamando in queste ore, perché era davvero ben voluto da tutti. I ragazzi dell’azienda sono rimasti molto scossi per quello che è successo, perché erano legatissimi a lui”. Nei giorni scorsi, il dramma di Filippo Mazzola, 18enne atleta della Società Tennis Bellusco 2012: era alle prese con la sua partita, quando, d’improvviso, aveva accusato un dolore forte alla coscia. Portato in ospedale, è morto dopo due giorni di agonia. In precedenza, era morto ucciso da un infarto Mimmo Di Domenico. L’uomo stava giocando a calcetto, quando si è sentito male. Prima ancora, la tragedia alla mezza maratona Città di Palmanova: è morto Mjlan Slamic, sloveno, che risiedeva a Nova Gorica.

 

GM