Il dolore è troppo forte: muore un mese dopo il figlio

Ashley Tomlin
Ashley Tomlin e Jak (foto dal web)

Una mamma, secondo quanto riferito, è morta di crepacuore questa settimana dopo aver perso suo figlio e suo nonno a pochi giorni di distanza. Ashley Tomlin, 32 anni, ha sofferto per un’arteria cardiaca rotta – come era accaduto a suo figlio Jak – e non poteva essere salvata dai paramedici. Ora si sta cercando di capire se avessero una condizione ereditaria. Il padre della 32enne, Keith, 59 anni, che ha perso a sua volta suo papà, James Tomlin, proprio un giorno prima della morte di Jak, racconta che sua figlia “è morta di crepacuore”. Jak è morto il 6 novembre, poche ore dopo aver lamentato dolori al petto.

Ashley Tomlin, invece, è deceduta nelle prime ore del lunedì mattina mentre era a casa con la mamma Jill Tomlin. Keith ha detto: “Hanno trascorso una notte tranquilla ed era passata la mezzanotte, quando Ashley andò in bagno. Jill sentì un rumore e quando entrò, trovò Ashley che aveva un infarto”. Inutili sono stati i soccorsi del personale paramedico giunto sul posto. Dopo la morte di Jak, Ashley Tomlin – di professione casalinga – descrisse suo figlio come “perfetto in tutto”. L’alunno della scuola elementare di Westoe Crown era un grande fan del South Shields FC ed era un appassionato giocatore di calcio. Il padre di Ashley ha spiegato: “Aveva appena iniziato a fare progetti per andare avanti dopo la tragica perdita di Jak e stava migliorando da quando era morto. Aveva iniziato a fare dei passi per superarla con l’aiuto dei suoi cari”. La tragedia, invece, ha colpito improvvisamente la famiglia.

.