Reggio Emilia: mamma uccide i figli piccoli, poi tenta il suicidio

Luzzara
(Websource/archivio)

Antonella Barbieri, una donna di 29 anni, ha ucciso a coltellate il figlio di 5 anni e la figlia di 2, e poi ha tentato di togliersi la vita con un coltello da cucina. La dinamica dell’accaduto è ancora tutta da definire.

La giovane mamma, residente a Luzzara in provincia di Reggio Emilia, è stata trovata da un pastore, intorno alle 17 di oggi pomeriggio. Era nella sua auto con un coltello da cucina piantato nella pancia. Vicino a lei c’era il corpo del figlio senza vita.  La donna al momento del ritrovamento era agonizzante, ma ancora viva. L’uomo ha subito chiamato i soccorsi e la donna è stata  trasportata al Pronto Soccorso di Reggio dove si trova tuttora ricoverata. E’ grave, ma a quanto si apprende non sarebbe in pericolo di vita.

I Carabinieri, visto ciò che hanno trovato in auto, hanno capito che poteva esserci qualcos’altro e sono andati nella casa della donna. Lì hanno fatto l’ennesima macabra scoperta. Sotto ad una coperta hanno infatti trovato il corpo senza vita della figlia minore, uccisa molto probabilmente per soffocamento. Nessuna ipotesi al momento sul movente di questa tremenda strage famigliare anche se da fonti locali trapela il fatto che la donna avesse avuto già in passato seri problemi psichiatrici.

F.B.

.