17 anni e incinta, le diagnosticano il cancro: “Lotto per me e mia figlia”

Dana Scatton
Dana Scatton (foto dal web)

A una ragazza incinta di 17 anni, Dana Scatton, è stato tristemente diagnosticato un tumore inoperabile il 10 dicembre e sta sperando in un miracolo natalizio. La giovane ha un glioma pontino diffuso (DIPG), un tumore cerebrale molto raro, e ora sta combattendo per la sua sopravvivenza dopo che i medici le hanno dato da tre a nove mesi di vita. L’adolescente della Pennsylvania è attualmente incinta di sette mesi e potrebbe dover dare alla luce la sua piccola prematuramente di tre settimane. Una volta che la piccola sarà nata, Dana Scatton potrà iniziare trattamenti di radioterapia per prolungare la sua vita fino a un massimo di nove mesi.

Senza radioterapia, ci si aspetta che sopravviva fino a tre mesi. Ha parlato con diversi medici per farsi aiutare a trovare i migliori trattamenti che l’aiuteranno a salvare la vita del suo bambino e prolungare la sua il più a lungo possibile. La malattia ha un tasso di sopravvivenza inferiore all’1% e il 90% delle persone diagnosticate con DIPG non dura più di 18 mesi. La diagnosi di DIPG di Dana è estremamente rara, considerato che il tumore si trova di solito nei bambini di 5-10 anni e colpisce solo circa 300 bambini all’anno.

Dana Scatton ha detto al Daily Mail Online che alla fine di novembre ha iniziato a sperimentare difficoltà nel parlare, che era diventato faticoso. Aveva anche difficoltà a deglutire e a camminare. La situazione si è fatta nel giro di poco tempo sempre più grave, finché non è arrivata la diagnosi, impietosa. “Voglio solo essere una madre meravigliosa”, ha detto al Daily Mail. Quindi ha aggiunto: “Non ho intenzione di pensare a quello che dicono, mi aspetto un miracolo.” La madre di Dana, Lenore, 51 anni, ha detto che crede davvero che Dana starà bene perché la sua nascita è già stata un miracolo. Lenore infatti avrebbe dovuto avere due gemelli quando era incinta di Dana, ma aveva abortito l’altro bambino mentre Dana era sopravvissuta. La sua famiglia spera che lei possa battere le probabilità avverse e sopravvivere ancora una volta.

GM