Amanda Knox attacca ancora l’Italia

Amanda Knox al processo (Oli Scarff/Getty Images)

Ancora una volta Amanda Knox attacca l’Italia per il trattamento ricevuto nella vicenda giudiziaria che l’ha vista protagonista a Perugia. La Knox ha pubblicato un post sul suo blog nel quale torna sulla vicenda che l’ha vista protagonista a Perugia e se la prende con l’Italia per come è stata trattata nel nostro Paese. “Mentre ero sotto processo per un omicidio che non ho commesso, il mio pubblico ministero mi ha dipinto come una femme fatale pazza di sesso con poteri magici per controllare gli uomini. I tabloid adoravano quella storia. Così la gente. E i giurati. Ho perso anni della mia vita in prigione a causa di stereotipi misogini. In ‘The Scarlet Letter Reports’, spero di ridare umanità a chi come me è stato umiliato e diffamato e di elevare lo standard di come pensiamo e parliamo di donne che sono personaggi pubblici”. Il riferimento è appunto a The Scarlet Letter Reports, una trasmissione sulle discriminazioni di genere che sarà condotta proprio da Amanda e che andrà in onda in anteprima su Facebook Watch, la nuova piattaforma televisiva del social network.

Nei mesi scorsi la Konx aveva fatto ricorso contro l’Italia alla Corte europea dei diritti umani sostenendo di aver subito un processo iniquo e di essere stata maltrattata durante l’interrogatorio.