“Non toccare i regali di Natale”: il bimbo disubbidisce e il patrigno lo massacra

(Websource / archivio)

Sapeva che in casa vigeva il divieto di sbirciare tra i pacchi dei regali di Natale, ma la curiosità era tanta e lui – un bambino di soli 5 anni – non ha resistito. Purtroppo, l’infrazione alla regole gli è costata molto cara. Il piccolo, residente con la madre e il di lei compagno in Oklahoma, negli Stati Uniti, è stato picchiato brutalmente sulla schiena e sul viso dal compagno da quest’ultimo, Wesley McCollum, 25 anni. Gli inquirenti stanno ora cercando di capire se si sia trattato di un episodio isolato o se invece le violenze in quella famiglia erano abituali.

La madre del bimbo ha raccontato alla Polizia che si era dovuta allontanare qualche ora per fare shopping, e aveva chiesto al suo fidanzato di badare al piccolo. Quando è tornata a casa, però, si è accorta che suo figlio aveva evidenti lividi in tutto il corpo, e ha subito capito cosa era accaduto. “Wesley mi ha fatto del male”, le ha spiegato lui stesso, confermato quei terribili sospetti. Quindi la telefonata alla Polizia e la denuncia del 25enne. “Non ci sono parole che possano descrivere il mio stato d’animo in quei momenti – ha detto la donna ai media statunitensi – . Un misto di rabbia, delusione e paura. Ho abbracciato subito mio figlio e gli ho chiesto di raccontarmi cosa fosse accaduto. Le sue parole non hanno fatto altro che confermarmi quello che sospettavo già”. McCollum è stato poi arrestato con l’accusa di lesioni e di abbandono di minori.

(Websource / archivio)

EDS