Giovanna Rondinelli

Giovanna Rondinelli (foto dal web)

Tragedia nella notte in una casa di Casumaro, nel ferrarese. Una donna, Giovanna Rondinelli, è deceduta nell’incendio divampato nella abitazione dove viveva con i suoi due figli minorenni, di 16 e 14 anni. La vittima era nata a Faenza in provincia di Ravenna ma da anni era residente a Casumaro. Per lei, non c’è stato scampo. Giovanna Rondinelli lavorava come caposala dell’unità operativa di chirurgia dell’ospedale SS. Annunziata di Cento. I figli hanno lanciato l’allarme, allertando il padre che vive in un’altra abitazione.

In tanti hanno voluto manifestare vicinanza nei confronti della famiglia di Giovanna Rondinelli: il comune di Cento ha sospeso tutte le attività natalizie già programmate. Cordoglio e vicinanza alla famiglia arrivano in queste ore dall’Ausl di Ferrara per bocca del direttore generale Claudio Vagnini, del direttore sanitario Mauro Marabini, della direttrice del Distretto ovest Nicoletta Natalini e dai medici della direzione sanitaria infermieristica dell’ospedale di Cento

In un analogo dramma, ha trovato la morte Bruna Picchi la 71enne deceduta dentro la casa in cui abitava, che è stata completamente distrutta dalle fiamme nella notte di Natale. L’incendio è avvenuto proprio la notte di Natale a Poggio a Caiano, nel pratese. L’allarme è scattato quanto era da poco passata l’una e mezza e sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco.

GM