Figlio uccide padre in provincia di Cosenza: fatali due fucilate

figlio uccide padre
(Websource/archivio)

Figlio uccide padre a fucilate: il drammatico episodio si è svolto nella giornata di ieri a Rossano Calabro, in provincia di Cosenza. Qui un 35enne, Cesare Vitale, ha imbracciato il proprio fucile da caccia rivolgendolo contro il genitore 64enne, Giuseppe. Sono partiti due colpi, sufficienti ad ammazzare l’uomo, il quale lavorava al Tribunale di Castrovillari. L’episodio sarebbe sorto in seguito ad un litigio nato tra i due e culminato dapprima in toni sempre più accesi e poi in questo raptus di follia che ha offuscato la lucidità del giovane, al punto da compiere il tremendo gesto contro suo padre proprio nel giorno di Natale.

Figlio uccide padre, fatali due colpi di fucile

L’episodio ha avuto luogo in pieno centro storico a Rossano, dove la famiglia Vitale è molto conosciuta ed apprezzata. Infatti i tanti residenti che conoscevano Giuseppe hanno mostrato stupore ed incredulità per quanto commesso da suo figlio. L’arma da fuoco utilizzata dall’omicida era regolarmente detenuta ed è stata posta sotto sequestro. Un altro recente episodio drammatico consumatosi in famiglia aveva visto l’uccisione di una donna di 33 anni, mamma di due bambini piccoli, per mano del suo compagno originario del Pakistan. Ed ora si sono svolti i funerali della vittima.

S.L.