(Websource/archivio)

E’ morto all’età di 87 anni Gualtiero Marchesi, lo chef italiano più famoso al mondo. A darne il triste annuncio fonti vicine alla famiglia. Marchesi, nato a Milano il 19 marzo del 1930 da una famiglia di ristoratori, è stata la prima star della cucina italiana dell’era moderna ben prima che gli chef iniziassero a popolare tutti i programmi televisivi. Maestro di tantissimi  chef italiani di successo tra cui Carlo Cracco e Davide Oldani ricevette primo fra gli italiani le tre stelle Michelin nel 1986.

Oggi tantissimi suoi colleghi e allievi lo piangono sui social network. Tra loro anche il ministro delle politiche agricole Martina che scrive così: “Un onore avere conosciuto Gualtiero Marchesi, grande maestro della nostra Cucina e portabandiera del Paese”. Roberto Maroni aggiunge: “Addio Gualtiero, maestro impareggiabile di bravura e di stile; hai saputo portare la cucina italiana su cime inesplorate senza mai perdere le radici della tua Milano. La Lombardia e l’Italia ti sono riconoscenti per sempre”.

Recentemente aveva realizzato il suo sogno di creare una specie di casa di riposo per cuochi, “dove i cuochi anziani – aveva spiegato – potrebbero portare il loro bagaglio di esperienze al servizio dei giovani studenti. L’importante è che abbiano veramente fatto sempre i cuochi. Non i ristoratori. E nemmeno i dilettanti – ci teneva a precisare – indipendentemente dal livello dei locali in cui lavoravano: cuochi veri, che hanno dato la vita a questo mestiere”.

F.B.