Carolina Andrea Aguirre Castano (foto dal web)

Una donna, Carolina Andrea Aguirre Castano, è morta tragicamente dopo aver subito un intervento chirurgico con impianto di glutei da un parrucchiere. La donna, casalinga e madre di due figli, 38 anni, è deceduta dopo aver accettato di sottoporsi alla chirurgia estetica invasiva in un centro di bellezza per capelli a Medellin, in Colombia. Aveva delle protesi al silicone montate sul sedere per “migliorare la forma” e le era stata iniettata una sostanza non identificata.

Quando la donna ha iniziato a sentirsi male, lo staff del salone chiamò un’ambulanza e fu portata di corsa all’ospedale. Tuttavia, Carolina Andrea Aguirre Castano è morta durante il trasporto in ospedale. Il comandante in servizio della polizia metropolitana della città, il colonnello Juan Carlos Restrepo, ha confermato la sua morte, aggiungendo che Castano è stata la sesta vittima delle procedure cosmetiche a Medellin nell’ultimo anno. Secondo quanto riferito, il proprietario del negozio è stato arrestato e rimane sotto la custodia della polizia. Anche il centro benessere è stato chiuso.

La popolarità della chirurgia plastica nel paese ha portato alla crescita di un’industria non sicura, piena di professionisti non qualificati che eseguono procedure a prezzo ridotto, in mancanza delle norme igienico sanitarie. Nel 2016, 30 persone sono morte per complicazioni durante le procedure cosmetiche in Colombia. L’anno scorso, la giornalista colombiana Lorena Beltran ha parlato pubblicamente delle enormi cicatrici che ha sofferto dopo un pasticciato intervento chirurgico di riduzione del seno.

GM