Migliori amici? No, dopo 60 anni scoprono di essere fratelli

(Websource/archivio)

Ha fatto il giro del mondo, raccogliendo consensi e gesti di affetti ovunque. Una storia da film, con protagonisti due uomini di 70 anni, Alan Robinson e Walter Macfarlane, di Oahu, nelle isole Hawaii. Legame particolare tra i due, amici fin da quando erano piccoli, sono sempre stati insieme, inseparabili, a scuola e nella squadra di football locale. Circa 60 anni di condivisioni, di ricordi, di emozioni e poi la sconvolgente quanto eccitante scoperta: sono fratelli! Proprio così, sono tutti e due nati dalla stessa madre. Sia Alan che Walter, hanno avuto mancanze famigliari, il primo adottato e voglioso di scoprire chi fossero i veri genitori biologici, il secondo alla ricerca del padre mai conosciuto fino ad ora.

Così, senza dire nulla a nessuno (nemmeno tra loro si sono confidati), hanno contattato un sito web specializzato proprio nelle ricostruzioni di storie familiari e di alberi genealogici (Ancestry.com). Una serie di ricerche mirate fino al test che difficilmente sbaglia, quello del Dna. Messi a confronto entrambi i risultati, con l’aiuto di un database internazionale utile a trovare tutte le possibili corrispondenze, si è arrivati a questa incredibile scoperta. Tutto ruotava attorno ad un nickname, Roby 737, primo nella lista e stessi cromosomi di Walter. Ecco, svelato così l’arcano, è proprio Walter a far sapere che Roby è il soprannome di Alan e 737 è l’aereo con cui volava lo stesso Alan, essendo un pilota della Aloha Airlines.

Appresa la verità, non hanno esitato a chiamarsi telefonicamente, esprimendosi la loro gioia e comunicando la notizia a parenti e amici la sera del 23 Dicembre scorso. “È stato uno choc, non so quanto mi ci vorrà per superare questa sensazione. E’ il miglior regalo di Natale che avrei potuto ricevere, è un miracolo”. Queste le parole di Alan, che superato lo choc insieme al fratello Walter, hanno deciso di godersi la pensione e viaggiare insieme.

GVR