Mantova, rinvenute delle ossa umane: appartengono a dei bambini

ossa umane
(Websource/archivio)

Un femore e due teschi sono stati trovati a Medole, località in provincia di Mantova. Le ossa umane appartenevano rispettivamente ad un adulto e a due bambini ed erano nascosti in un borsone lasciato in una zona di campagna. La scoperta è stata compiuta nella mattinata di giovedì scorso, ma è stata diffusa soltanto nelle scorse ore. Si ritiene che i resti risalgano a 15 anni fa circa, mentre il borsone che le conteneva e che era stato lasciato all’interno di un fossato sembra essere di recente fabbricazione.

Ossa umane, la scoperta è stata compiuta per caso da una giovane

Ad accorgersi del fatto è stata una giovane residente del posto, la quale stava passeggiando in tutta tranquillità in compagnia del proprio cane fino a quando l’animale non l’ha condotta all’oggetto incriminato. Dopo averlo aperto, la ragazza ha provveduto ad avvisare immediatamente i carabinieri. Nei prossimi giorni le ossa umane ritrovate verranno sottoposte a delle analisi che dovranno fornire maggiori indicazioni riguardo ad età, razza e magari anche all’identità di quelli che erano le persone coinvolte in questo macabro evento. La Procura di Mantova nel frattempo ha aperto una inchiesta nella quale si ipotizza il reato di sottrazione di cadavere verso ignoti. Sempre nelle scorse ore è stato compiuto un altro ritrovamento macabro, con il rinvenimento del corpo fatto a pezzi nelle campagne del Veronese. Il cadavere apparteneva ad una donna.

S.L.