(Websource/Archivio)

Per la fine dell’anno abbiamo deciso di ricordare tre persone che nel corso di questo 2017 si sono distinte per i loro atti di eroismo ed il loro coraggio. Se i primi due eroi del 2017 sono stati scelti tra i soccorritori di Ischia, Giuseppe Bove, e quelli di Rigopiano, Lorenzo Gagliardi, in questo caso parleremo di una donna che ha trovato il coraggio di rialzarsi e lottare, dopo aver subito un aggressione che avrebbe potuto farla cadere in depressione. Questa donna è l’ex ‘Miss Romagna’ Gessica Notaro, assalita lo scorso gennaio dall’ex fidanzato Jorge Edson Tavares.

L’uomo, ancora in collera per la fine della loro relazione, ha deciso di farla pagare a Gessica versandole sul viso una bottiglietta di acido che l’ha sfregiata a vita, da quel momento la quotidianità di questa splendida ragazza è cambiata radicalmente. I giorni dopo l’aggressione sono stati connotati da un agonia fisica e psicologica, Gessica è stata ricoverata a lungo in ospedale e successivamente è stata sottoposta a diversi interventi di ricostruzione del volto. Al termine di questo laborioso e doloroso iter medico, la donna si è ritrovata a dover affrontare la vita con un volto che non riconosceva e che solo dopo qualche mese è riuscita ad accettare.

In un’intervista rilasciata tempo dopo l’aggressione, Gessica ha spiegato come piano piano si stesse abituando al nuovo aspetto: “Il viso poco a poco si sta sgonfiando, ora la pelle tira di meno e io riesco a fare quasi tutto. Mi sto abituando al mio nuovo aspetto, sto iniziando a riconoscermi. Oggi posso dire di essere molto fiera di me. Mi sento più forte, una persona migliore”. Adesso l’ex miss lotta affinché le donne che subiscono violenza possano sentirsi sicure nel denunciare gli abusi da parte dei compagni, sottolineando che si tratta di un diritto che dovrebbe essere tutelato dallo stato con una legge apposita.

F.S.