Agatino Zuccaro

Agatino Zuccaro (foto dal web)

Una tragedia si è consumata l’altro pomeriggio alla periferia di Portopalo: un catanese di 52 anni, Agatino Zuccaro, dipendente di una ditta di spedizioni espresse, ha perso la vita. Quanto accaduto resta ancora tutto da chiarire. L’unica certezza è che l’uomo doveva fare una consegna in una proprietà privata, la “Tenuta Walter”, una struttura ricettiva a circa 4 chilometri dal centro abitato portopalese. Avrebbe parcheggiato il furgone, per poi addentrarsi per circa cento metri, alla ricerca della destinataria del pacco. Si sarebbe visto circondato da tre mastini e sarebbe stato colto da un improvviso malore.

Stroncato dall’infarto, Agatino Zuccaro sarebbe stato sbranato dai cani, come testimonierebbero diversi morsi sul corpo. Sarebbero stati i proprietari della struttura a lanciare l’allarme, quando hanno notato il furgone con il portellone aperto. Si sono messi a cercare e intanto sono stati allertati i carabinieri della vicina stazione di Portopalo. Non trovando nessuno, si era pensato che Agatino Zuccaro, colto da malore, avesse lanciato l’allarme facendosi accompagnare da un’automobile di passaggio presso qualche struttura sanitaria. Scartata questa ipotesi, le ricerche sono proseguite, finché l’uomo non è stato rinvenuto privo di vita, vicino a un albero.

I morsi dei cani sarebbero stati notati su un polpaccio e sulle braccia e non su punti vitali. Da qui l’ipotesi che Agatino Zuccaro sia stato in realtà colpito da infarto. I carabinieri della stazione portopalese, coordinati dal maresciallo Giuseppe Brundo, hanno effettuato tutti i rilievi del caso. Il fattorino era molto noto nella zona, vista la sua attività. I cani, intanto, su segnalazione di un veterinario in servizio all’Azienda sanitaria provinciale, sono stati trasferiti sotto stretta osservazione a Siracusa.

GM