(Websource/archivio)

Un programma chiuso e seguito da lunghe polemiche, 10 mesi di astinenza da lavoro e tv. Adesso, la nota conduttrice televisiva Paola Perego, si appresta a tornare sotto i riflettori e riprendere il suo lavoro, dopo la brutta esperienza del suo precedente e ultimo programma “Parliamone Sabato”. Queste le parole della 51enne di Monza: “Ne ho sentite tante nei giorni successivi a quella polemica, molti mi hanno accusato di essere raccomandata solo perché moglie di un agente importante come Lucio Presta. Faccio tv da 34 anni, ben prima di conoscerlo e di certo a una raccomandata non viene chiuso il programma dal giorno alla notte”. La sua nuova trasmissione si chiama “Superbrain”, in diretta su Rai Uno, dove la conduttrice si augura possa farle dimenticare il caso della lista sulle donne dell’Est resa nota in diretta, dove è stata accusata di sessismo: “Io sessista? Non accetto simili accuse dopo tutto quello che ho fatto per le donne. Quella lista è stata un grave errore e mi ha fatto star male, ma credo di essere stata un capro espiatorio. Ho perso molto peso, sono stati mesi difficili. Ora però voglio dimenticare tutto e ripartire, anche se la notte ho gli incubi. Ho anche sognato di essere in studio e non riuscire a parlare mentre dovevo intervistare due ospiti”.

Amarezza, delusione ma anche tanta voglia di rimettersi in gioco, non scordandosi di chi le è stato vicino in questo periodo buio e attaccando invece, chi accusa lei e non altri personaggi delle spettacolo: “Ho avuto messaggi di affetto e vicinanza anche da colleghe con cui non ho mai avuto particolari rapporti d’amicizia. Una su tutte, Simona Ventura. Gliene sono grata. Non capisco invece certi attacchi gratuiti da parte della gente. Sono amica di Sonia Bruganelli, la moglie di Bonolis e non è vero che è una persona frivola sempre pronta a ostentare il lusso. Perché uno come Gianluca Vacchi viene idolatrato e lei insultata? Le critiche poi si soffermano sull’aspetto fisico e sulle rughe. Non abbiamo più 20 anni, le abbiamo e le vogliamo avere. Qual è il problema?”. E come darle torto soprattutto in un era dove la ricostruzione estetica ha completamente preso il sopravvento, a tutte le età. Infine ha concluso con qualche anticipazione su Superbrain: “Si tratta di una novità molto carina, presenteremo persone con particolari capacità intellettive”.

GVR