(Websource)

Dramma in provincia di Pavia che per protagonista purtroppo ha un bambino di soli 9 anni. M.C., queste le sue iniziali, residente a Ponte Carate, frazione di San Genesio e Uniti, giovedì pomeriggio stava tornando a casa da scuola e come ogni giorno lo aveva fatto con lo scuolabus. Dopo aver salutato l’autista tutto sorridente, non appena sceso dal mezzo, è andato incontro senza saperlo ad una morte atroce.

Una Dacia Duster non ha avuto la pazienza di aspettare che finissero le operazioni di discesa degli alunni e che lo scuolabus ripartisse e così, infrangendo anche il codice della strada, ha sorpassato a tutta velocità il furgoncino. Quando il guidatore si è trovato davanti il piccolo di 9 anni, che a quanto pare era sulle strisce pedonali, non ha nemmeno fatto in tempo a frenare e lo ha colpito in pieno scaraventandolo a più di dieci metri di distanza.

Il bimbo, apparso subito gravissimo, ha riportato una contusione cranica e gravissimi traumi in altre parti del corpo. Soccorso e trasportato d’urgenza dall’ambulanza del 118 all’Ospedale San Matteo di Pavia si è presentato ai medici in condizioni disperate. I sanitari hanno provato di tutto, ma per la piccola vittima non c’è stato nulla da fare e nel pomeriggio di venerdì 12 hanno dovuto constatare l’avvenuta morte cerebrale. Dopo aver atteso le sei ore previste dalla legge i medici hanno dunque definitivamente dichiarato il decesso del piccolo. La polizia stradale ha eseguito i rilievi del caso e sta conducendo l’inchiesta per comprendere l’esatta dinamica dell’accaduto e definire le responsabilità del conducente della Dacia Duster.

F.B.