(Websource / archivio)

Anna ha 11 anni ed è una scrofa con una storia decisamente speciale. Da piccola è stata portata via da un allevamento e adottata da una famiglia che l’ha scelta come animale di compagnia. I suoi nuovi padroni l’hanno però tenuta con loro, nell’Ontario, in Canada, per non più pochi mesi. Quando hanno deciso di trasferirsi in una casa più spaziosa, l’hanno abbandonata lì come un oggetto inutile. E per due settimane lei è rimasta lì senza cibo né acqua. “La famiglia aveva messo la casa in vendita, ma senza aver detto né ai vicini e né ai parenti che il maiale era rimasto dentro quelle mura – racconta Carla Railly Moore, fondatrice dell’Happy Tails Farm di Kingston (Ontario), la struttura per animali abbandonati che adesso si prende cura di lei – . Nei quindici giorni precedenti l’arrivo dei nuovi proprietari avrebbe potuto morire”.

Anna è stata salvata da alcuni operai ingaggiati per eseguire dei lavori di ristrutturazione in quella casa. Hanno contattato l’Ospca, l’ente dell’Ontario che si occupa di educazione e prevenzione sulle crudeltà agli animali, ma sono trascorsi tre giorni e nessuno è intervenuto. Dopo di che è arrivato per fortuna l’Happy Tails Farm. “Quando Anna è arrivata nella nostra struttura – ricorda Carla Railly Moore – non era in buone condizioni di salute: gli zoccoli erano cresciuti troppo e non riusciva a stare in piedi”. Ma i veterinari si sono presi amorevolmente cura di lei, e pian piano l’hanno rimessa in sesto. Oggi Anna trascorre felice la sua “terza vita”: “Ama essere coccolata e sta facendo enormi progressi – spiegano sempre dal centro -. Ha una coperta tutta sua che le è stata regalata la notte del 24 dicembre, e dalla quale non si vuole più separare. E’ un animale speciale, che nella nostra struttura è amato da tutti”. Come nelle favole, anzi meglio…

EDS