Donna aggredita da un energumeno, è il dottore che l’assale di nuovo in ospedale – VIDEO

donna aggredita
(Websource/archivio)

Nella città di Neryungri, in Russia orientale, c’è stata una donna aggredita nella più assurda delle circostanze. Lei si chiama Anastasia Dmitrieva e ha 20 anni: durante una serata apparentemente tranquilla in un locale però la situazione degenera e lei ha la peggio in uno scontro con un uomo più grande di lei per età e soprattutto per stazza. Le lesioni subite da Anastasia sono tali da richiedere il ricovero in ospedale. Qui però succede l’impensabile: ecco che si trova proprio colui che ha costretto la donna aggredita a ricorrere alle cure dei medici. Il colmo è che si trattava di un dottore in servizio da pochi minuti al pronto soccorso, e che avrebbe dovuto curare la giovane. Invece qui è scattato il secondo round, con l’irascibile medico che alla fine ha pagato a caro prezzo la sua incapacità di saper trattenere la calma.

Donna aggredita da un uomo al pub, era il medico che poco dopo l’ha assalita di nuovo

Infatti una infermiera ha ripreso tutto quanto successo con il suo smartphone, ed il video è finito sul web venendo condiviso in pochissimo tempo da migliaia di persone, divertite per l’assurdità della storia. Purtroppo per il dottore, anche la direzione dell’ospedale è giunta in possesso del filmato e non ci ha pensato su due volte a licenziarlo in tronco. Il dottore si difende parlando di un provvedimento eccessivo a suo carico e che cozza con tutte le vite salvate da quando lavora in quell’ospedale, circa un anno e mezzo. Riguardo all’episodio della donna aggredita, lui dice che era stata Anastasia con alcune sue amiche a scatenare il putiferio, dopo che le giovani si erano scagliate contro una ostetrica nel locale. L’uomo è solo intervenuto per difenderla, perdendo però le staffe in maniera oltremodo eccessiva. Ma la pazzia improvvisa della gente non ha limiti però, a giudicare da quest’altra storia nella quale una madre ha ucciso il proprio figlio di pochi anni a percosse, dopo che il piccolo aveva perso il telefonino.

S.L.

Guarda il video