Grave Tinto Brass, malore in casa per il regista: il maestro del cinema erotico italiano ha 86 anni e una carriera lunghissima alle spalle.

Il regista Tinto Brass, maestro del cinema erotico italiano, è in gravi condizioni. L’uomo, nato a Milano da una famiglia goriziana di origini austriache, ha accusato un grave malore davanti alla moglie nelle scorse ore. Formatosi come assistente di maestri del cinema come Roberto Rossellini e Joris Ivens, Tinto Brass deve la sua grande popolarità al cinema erotico. A lui si deve la capacità di sdoganare il genere nel nostro Paese e questo nel ha fatto un vero e proprio maestro, apprezzato in tutto il mondo.

Leggi anche –> E’ morta la musa di Tinto Brass

Chi è Tinto Brass, maestro del genere erotico in Italia

Il regista, 86 anni, è stato ricoverato nelle scorse ore in terapia intensiva all’ospedale Sant’Andrea di Roma. A lanciare l’allarme, la moglie Caterina Varzi. Nel 2010, un ictus aveva già colpito il noto maestro del cinema italiano. L’esordio di Tinto Brass nel cinema di genere risale al 1983 con ‘La Chiave’, interpretato da Stefania Sandrelli. Poi tocca a Serena Grandi, diretta in ‘Miranda’, e Francesca Dellera, protagonista di ‘Capriccio’. Gli anni Novanta per il regista iniziano con Paprika, interpretato da Debora Caprioglio, quindi ‘Così fan tutte’, con l’esordiente Claudia Koll.

Verso la fine del millennio, esce ‘Monella’, altra pellicola del regista che fa scandalo. I suoi ultimi film sono ‘Senso 45’, ‘Fallo!’ e ‘Mon amour’. Ha anche recitato in alcuni film come ‘Lucignolo’ di Massimo Ceccherini. Il 18 aprile 2010 il regista viene ricoverato nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Vicenza, a causa di un’emorragia cerebrale. Si riprende ma non gira più alcuna pellicola. Nel 2013 viene proiettato alla 70ª Mostra del Cinema di Venezia il documentario Istintobrass, un omaggio al regista.