Lutto nel mondo del cinema: è morto Rip Torn. Aveva 88 anni. Si è spento nella sua casa di Lakeville, nel Connecticut, assistito dalla moglie Amy Wright e dalle figlie Katie Torn e Angelica Page.

Attore statunitense, è stato protagonista di innumerevoli film ma si è consacrato definitivamente alla fama con ‘Men in black’. Nella pellicola diretta da Barry Sonnenfeld era l’agente Z al fianco di Will Smith e Tommy Lee Jones. Nel 1984 era stato candidato anche al premio Oscar come migliore attore non protagonista per il film ‘La foresta silenziosa’.

Cinema, è morto Rip Torn: l’attore irascibile

Nato nel Texas il 6 febbraio 1931, a Temple, Torn scopre la passione per la recitazione grazie a una cugina già l’attrice Sissy Spacek. Frequentando così l’Actors Studio di Lee Strasberg e il debutto arriva nel 1956 con la pellicola ‘Baby Doll – La bambola viva’.

Oltre ai suoi ruoli di spicco, Torn era noto anche per il suo carattere piuttosto irascibile. Nel 1970 aggredì lo scrittore Norman Mailer colpendolo con un martello e cercando di strangolarlo. E nello stesso anno fu sostituito da Jack Nicholson nel cult ‘Easy Rider’ poiché litigò con il regista Dennis Hopper minacciato con un coltello. Nel 2010 era stato arrestato per essersi introdotto di notte, armato e ubriaco, in una banca.

 

P.C.

 

Leggi anche: Addio Maggiolino, dopo 81 anni la storica auto dice addio

 

Redazione DirettaNews.it